Il nuovo codice della nautica

By udicer 6 mesi ago
Home  /  news  /  Il nuovo codice della nautica

Edizione legislativa semplificata delle norme sulla nautica ad uso dei diportisti e degli operatori professionali della nautica

Il 13 febbraio 2018 è entrato in vigore il nuovo Codice della Nautica da Diporto che modifica, integra e revisiona:

  • il decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, cioè il Codice della Nautica (previsto dal decreto 172/2003), da ultimo ampiamente modificato dal decreto legislativo 3 novembre 2017, n. 229;
  • il decreto legislativo 11 gennaio 2016, n 5, che è lo strumento di attuazione della nuova direttiva sulla nautica 2013/53/UE;
  • il decreto ministeriale 29 luglio 2008, n. 146, cioè il Regolamento di attuazione del Codice della Nautica.

Abbiamo realizzato un volume che nasce dall’esigenza di rendere comprensibili a tutti quelle norme che, in un susseguirsi e sovrapporsi non sempre coerente, finiscono spesso per complicarci la vita, in porto come in mare. Un’esigenza sempre più avvertita, considerata ormai una necessità da chiunque, a tutti i livelli, abbia a cuore la diffusione della nautica tra categorie sempre più ampie di utenti.

Per fornire chiarezza e soluzioni reali l’autore, Christian Signorelli, capitano di lungo corso e titolare di Udicer, ha voluto mettere a disposizione di tutti gli appassionati la sua personale e grande esperienza nel contesto della normativa e rendere il Codice più facile da leggere e da comprendere e soprattutto corredato di note, rimandi e spiegazioni.

I punti chiave del nuovo Codice della Nautica:

  • introduzione  dell’archivio telematico e dello sportello telematico del diportista per tutte le operazioni inerenti i documenti e la proprietà
  • fissa dei tempi stringenti per il rilascio dei documenti e il nulla osta per la cancellazione dai registri
  • consolida il Bollino Blu, rilasciato per evitare la duplicazione dei controlli (regolarità della documentazione, dotazioni di sicurezza e versamento della tassa di possesso), che può essere ottenuto anche su richiesta, dalle unità commerciali e sulle acque interne
  • tutela i natanti, confermando la non iscrizione fino a 10 m e ne consente l’uso commerciale con la patente nautica
  • chiarisce alcuni aspetti del leasing e consente anche  all’utilizzatore di effettuare le operazioni inerenti l’unità
  • sostiene lo sviluppo della cantieristica e del refitting attraverso le semplificazioni dell’uso della targa prova, l’iscrizione provvisoria delle unità, la semplificazione dei registri per le unità iscritte al registro internazionale
  • introduce nuove figure professionali, tra cui mediatore del diporto e istruttore di vela
  • disciplina le scuole nautiche e i centri di formazione per la nautica
  • riconosce l’assistenza all’ormeggio nei porti turistici e l’assistenza e traino in mare
  • applica la normativa del diporto alle unità iscritte al Registro internazionale
  • prevede le motorizzazioni GPL
  • Istituzione della “Giornata del Mare” nella data dell’11 di aprile a favore della formazione sul tema, negli istituti scolastici.
Registrati e scarica gratuitamente la tua copia.
Category:
  news 
this post was shared 0 times
 100