Udicer
Punti di forza
ELEVATO KNOW HOW TECNICO

ELEVATO KNOW HOW TECNICO

UDICER ha una grande conoscenza e abilità tecnica in campo nautico/navale tanto da aver ottenuto...

ELEVATO KNOW HOW TECNICO

ELEVATO KNOW HOW TECNICO

UDICER ha una grande conoscenza e abilità tecnica in campo nautico/navale tanto da aver ottenuto sia la notifica europea per la direttiva sul diporto 2013/53/UE sia per la direttiva sui prodotti navali MED 2014/90/UE. Il nostro Organismo è stato anche scelto dalla Repubblica di San Marino come Ente tecnico per gli yacht di qualsiasi dimensione (pure oltre 24 metri), senza limitazioni di stazza.

20 ANNI

20 ANNI

20 anni d’esperienza nel campo della CERTIFICAZIONE NAUTICA. 20mila CERTIFICATI DIPORTO EMESSI

20 ANNI

20 ANNI

20 anni d’esperienza nel campo della CERTIFICAZIONE NAUTICA.

20mila CERTIFICATI DIPORTO EMESSI

I NOSTRI TECNICI

I NOSTRI TECNICI

I surveyors UDICER sono debitamente qualificati dalla nostra struttura interna UNTT® (Udicer...

I NOSTRI TECNICI

I NOSTRI TECNICI

I surveyors UDICER sono debitamente qualificati dalla nostra struttura interna UNTT® (Udicer Nautical Tech Training) e operano in tutta Italia. Fuori confine: Croazia, Grecia, Malta, Francia, Spagna Cipro, Tunisia, Principato di Monaco, Cina, Emirati Arabi.

30 Aprile 2019

Apparati radio VHF con funzioni DSC

giorni scorsi, per più volte, è rimbalzata sulle pagine di molti giornali nazionali una notizia decisamente preoccupante per il settore della nautica, relativa all’imminente obbligatorietà, ipotizzata in sede ministeriale, di dotare subitaneamente tutte le unità da diporto, anche quelle non adibite a uso commerciale per il noleggio, dell’apparato VHF con sistema DSC (Digital Selecting Calling).

È facile immaginare che a questa “presa di posizione” di legge – senza dubbio, poco meditata – conseguirebbe un disagio incalcolabile per i diportisti, con la diretta conseguenza, per la maggior parte di essi, di non poter prendere il mare, sia perché costretti alla sostituzione del vecchio apparato radio di bordo esistente, sia per la mancanza del “patentino” di operatore radio per il sistema DSC, non essendo valido quello “limitato” RTF, conseguito senza esami.

Ma, volendo subito tranquillizzare i nostri lettori, le cose non stanno così e le note giornalistiche di cui abbiamo dato conto, se non destituite di fondamento, risultano imprecise e fuorvianti.
Infatti, come abbiamo appreso da nostre fonti ministeriali, è vero che si sta intervenendo sulla materia – e questo in occasione della “rivisitazione” legislativa dell’attuale Codice della nautica, la cui conclusione è prevista per la fine del 2017 – ma con estrema cautela e senza astrusi colpi di mano.

La strada che sta seguendo l’ufficio legislativo del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, concertandosi col Ministero dello sviluppo economico (che ha competenza sulle Comunicazioni), è quella di rendere accessibile, innanzitutto, il sistema DSC al mondo del diporto nazionale.
La funzionalità del DSC, molto importante per la sicurezza in mare, ai fini della chiamata di soccorso, rimane di fatto attualmente preclusa alla maggior parte degli utenti della nautica.

Infatti, l’impiego delle stazioni radio che utilizzano le frequenze e le tecniche del sistema GMDSS (Global Maritime Distress and Safety System), prevede il possesso da parte degli operatori di specifici “certificati” internazionali (il tipo SRC – “Short Range Certificate – SRC”, è il meno “professionale” dei quattro previsti) che si conseguono previo esame, sulla base di programmi ministeriali particolarmente ricchi di argomenti tecnici (è anche il caso dell’SRC) e, per chi non intende fare l’operatore radio di mestiere, decisamente complessi e inaccessibili. Tra l’altro, l’esame si può tenere ora solo a Roma, presso la “Commissione esame GMDSS”, del Ministero dello sviluppo economico, con non poche difficoltà logistiche per chi non risiede nella Capitale.

Senza certificato di operatore radio, è possibile utilizzare apparati sia VHF che MF/HF muniti di funzioni DSC, in genere tutti quelli prodotti dopo il 1999, purché tali funzioni non siano attivate.
E qui si coglie in pieno il senso di una situazione paradossale, che non necessita di commenti.
L’intervento di rivisitazione legislativa della disciplina “comunicazioni” nell’ambito del diporto – ci confermano dal Ministero – punta soprattutto alla semplificazione per l’ottenimento, da parte dell’utenza della nautica “non commerciale”, del certificato SRC, il “patentino” minimo per l’impiego del sistema DSC.

Il nuovo Codice della nautica conterrà, presumibilmente, le norme che recepiscono questa “istanza” (con la modifica dell’art. 29 del vecchio Codice; ma per vedere  qualcosa di concreto occorrerà aspettare il decreto attuativo della disposizione di legge). Sicuramente, non sarà un’operazione semplice – si tratta di intervenire, con equilibrate deroghe, su precise regole internazionali, cioè la SOLAS (Convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare – il sistema GMDSS è stato introdotto al Cap. IV, nel 1988), che non è applicabile al diporto e a cui l’Amministrazione attinge, in questo caso, in modo volontario – ma è questo è l’orientamento ministeriale.

 

È quanto speravamo.
Sul tavolo dei lavori ministeriali – ci confermano dall’Amministrazione – c’è in primo piano l’ipotesi di prendere “spunto” da quanto messo in campo per il settore della “pesca professionale”, traslandone nel diporto lo “schema”, dove si è notevolmente semplificato sia il programma d’esame per il certificato “SRC” sia le sue modalità di esecuzione (sostanzialmente è un esame pratico sull’uso e conservazione degli apparati).

Anche la possibilità di inserire nei programmi d’esame delle patenti nautiche la parte riguardante il sistema DSC, in modo da conglobare il patentino radio SRC, sempre con contenuti di studio “alleggeriti”, è argomento su cui si sta discutendo.
Staremo a vedere.

Di certo, la questione apparati e titoli DCS e lo sviluppo e messa in pratica di questa disciplina nel diporto avverrà molto gradualmente nel tempo. Non bastassero le rassicurazioni ministeriali, la logica del buonsenso, di facile esercizio in questo caso, può tranquillizzare il settore.

 

© Tutti i diritti sono riservati e di proprietà di Udicer.
È vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, senza il consenso di UDICER.

Notizie correlate

News

  •  Il nuovo codice della nautica

    Il nuovo codice della nautica

  •  Sul soccorso in mare

    Sul soccorso in mare

  •  Sulla nuova direttiva del diporto

    Sulla nuova direttiva del diporto

  •  Apparati radio VHF con funzioni DSC

    Apparati radio VHF con funzioni DSC

  •  Evento di rilievo in casa UDICER

    Evento di rilievo in casa UDICER

  •  Il Sistema Telematico Centrale

    Il Sistema Telematico Centrale

  •  Nuove disposizioni ministeriali

    Nuove disposizioni ministeriali

  •  Seatec – Compotec

    Seatec – Compotec

  •  Grandi navi a Venezia e spreco di risorse

    Grandi navi a Venezia e spreco di risorse

  •   Il nuovo codice della nautica

    Il nuovo codice della nautica

  •  Anche gli americani “pagano” dazio…

    Anche gli americani “pagano” dazio…

  •  Rimandato al 2019 l’obbligo di patente per i fuoribordo

    Rimandato al 2019 l’obbligo di patente per i fuoribordo

  •  Udicer è presente al 58° Salone nautico di Genova

    Udicer è presente al 58° Salone nautico di Genova

  •  Patente nautica per i motori fuori bordo

    Patente nautica per i motori fuori bordo

  •  Udicer: Salone Nautico Genova 2018

    Udicer: Salone Nautico Genova 2018

  •  Liguria: un disastro nautico mai visto, e non solo…

    Liguria: un disastro nautico mai visto, e non solo…

  •  Liguria, udicer vicino ai diportisti colpiti dal maltempo

    Liguria, udicer vicino ai diportisti colpiti dal maltempo

  •  Incontriamoci a düsseldorf

    Incontriamoci a düsseldorf

  •  Iscrizione registri italiani

    Iscrizione registri italiani

  •  Propulsione navale con Gpl e/o Gnl

    Propulsione navale con Gpl e/o Gnl

  •  PATENTE PER MOTORI FB 40 CV, DI RINVIO IN RINVIO

    PATENTE PER MOTORI FB 40 CV, DI RINVIO IN RINVIO

  •  UDICER ARRIVA LA CERTIFICAZIONE E MARCATURA CE PER SALVAGENTI ANULARI E GIUBBOTTI SALVATAGGIO.

    UDICER ARRIVA LA CERTIFICAZIONE E MARCATURA CE PER SALVAGENTI ANULARI E GIUBBOTTI SALVATAGGIO.

  •  UDICER al SALONE NAUTICO di GENOVA

    UDICER al SALONE NAUTICO di GENOVA

  •  UDICER sostiene la lotta ad ogni forma  di inquinamento marino

    UDICER sostiene la lotta ad ogni forma di inquinamento marino

  •  Obiettivo 14:

    Obiettivo 14:

  •  Saloni - Il Fotobox Udicer

    Saloni - Il Fotobox Udicer

  •  Udicer è presente al Monaco Yacht Show di Montecarlo

    Udicer è presente al Monaco Yacht Show di Montecarlo

Cultura marinara

Contattaci

Hai Bisogno?

La marcatura CE è fondamentale

Scrivi ora per sapere come muoverti in queste acque

UDICER ha organizzato l’intero processo di certificazione CE su base telematica: disegni, schemi, report e quant’altro…

Invio email di informazioni

Grazie per averci contattato. La tua richiesta verrà elaborata quanto prima